Post

Tre manifesti a Ebbing, Missouri, Recensione film

Una donna affitta tre manifesti, su cui, a seguito della morte di sua figlia e della scomparsa del suo stupratore scrive una denuncia contro la pigrizia e l'indolenza della polizia cittadina.



Un incipit geniale ,che da inizio a un film quadrato, schietto e dal respiro cinico tipico dei Coen, che approfondisce i personaggi in modo eccelso.

Ebbing è una cittadina del missouri, una piccola cittadina nel sud degli stati uniti in cui tutti si conoscono, ma nessuno si fida degli altri.

Martin McDonagh è più lineare rispetto ai suoi film precedenti, ma più carico di immaginifica storia e significato. Ebbing rappresenta la periferia americana, quella profonda, quella che ha votato Trump, avvicinando i suoi personaggi a quelli di Fargo.

All'interno della storia inserisce varie tematiche senza mai toccarle realmente ma lasciando allo spettatore un backround fatto di frasi immagini e modi di essere.

La sceneggiatura è solida e puramente ispirata, si sofferma sull'evoluzione dei prot…

Loveless, Recensione film

Coco, Recensione Film

Bafta, tutti i candidati

Golden globes 2018, tutti i vincitori

The Greatest Showman, Recensione Film